go-pay-online

Ormai l’economia si è spostata online, e questo non significa solamente e-commerce, ma anche tutto ciò che sottende al commercio elettronico di prodotti e servizi, ovvero i pagamenti digitali, su cui, dal punto di vista delle tecnologie, si stanno facendo importanti passi avanti verso una piena sicurezza delle transazioni.

Dalle direttive europee ai servizi di pagamento PSD2 a livello europeo, le banche, gli istituti e gli attori dei pagamenti digitali si stanno adeguando al nuovo contesto. Per questo tutte le operazioni possibili offline ormai lo sono anche online, tramite app, wallet, carte digitali, QR code e così via.

Contenuti dell'articolo

Il trasferimento di denaro

Trasferire denaro da conto a conto online, oppure da un conto a un marketplace, come anche da un’azienda a un soggetto privato – ad esempio per pagare uno stipendio – è un’operazione che richiede sicurezza, perché la stessa Agenzia Digitale per l’Europa mette in guardia gli utenti da pericoli di phishing e truffe, oppure furti di identità.

Come si fa dunque a trasferire soldi da un conto all’altro, in Rete, senza dover immettere troppi dati personali e/o bancari, come codici pin e numeri di carta?

Una opzione proviene dai bonifici istantanei che possono essere effettuati, ad esempio, tramite servizi come MyBank, ovvero utilizzando l’online banking del proprio istituto oppure i proprio wallet/app, senza dover digitare dati sensibili, a tutela della privacy e della cybersicurezza in generale. L’identità del soggetto è già memorizzata nel conto corrente, e basta selezionare il metodo prescelto per trasferire denaro, che si tratti di un bonifico SEPA istantaneo oppure di un mandato di pagamento, molto utile nel caso di addebiti diretti di utenze o abbonamenti, ad esempio la bollette del gas o della luce, oppure il rinnovo di un piano telefonico o di una pay tv.

I vantaggi di questo sistema sono evidenti, in quanto si è al riparo da frodi, e le aziende possono gestire in modo efficiente la questione dei rinnovi, evitando eventuali problemi o controversie. Lo stesso vale per gli utenti, che non hanno particolari limiti negli importi da trasferire, fermo restando per la reale disponibilità del denaro all’interno del proprio conto bancario.

Da MoneyGram a Western Union

Tra i metodi simili a MyBank troviamo anche Money Gram, con modalità di funzionamento analoghe ma possibili attraverso il download dell’apposita app, disponibile peraltro per tutti i dispositivi Android e Apple. La comodità del metodo sta anche nel fatto di poter controllare i costi di commissione in base al variare delle valute, mentre la sicurezza è garantita dall’accesso al sistema tramite riconoscimento facciale o impronta. Molto usato per le spedizioni, MoneyGram sembra avere anche un impatto positivo sul valore medio di carrelli e scontrini, perché evita le lungaggini connesse alla digitazione di numeri carta e codici Iban.

Anche Western Union, con il suo servizio di digital banking particolarmente utilizzato per trasferimenti monetari online da paese a paese, ha la propria specifica fetta di utenza, a cui è destinato anche un programma fedeltà a punti,e conseguenti premi.

Da PayPal a Satispay, fino a Postepay app

In questa rivoluzione tutta digitale nel nome della comodità, della velocità, della versatilità e della cybersicurezza non potevano mancare i pionieri dei pagamenti online, tra cui rientra a pieno titolo PayPal.  L’e-wallet viene infatti utilizzato online per una serie di servizi di trasferimento di contanti al proprio conto, ad esempio quando si vuole accreditare un premio ottenuto online, come accade nei siti per la compilazione di sondaggi/recensioni, ma anche nei legali siti di scommesse con PayPal quale metodo di prelievo di eventuali vincite al gioco, unitamente alla funzione di deposito. PayPal come si sa è garanzia di privacy, tanto che è stato implementato anche dalla piattaforma PagoPA per i pagamenti dovuti alla pubblica amministrazione, tipo multe, tasse scolastiche, bolli auto, e così via.

Il trasferimento diretto di denaro da account a conto corrente è insomma ormai una possibilità estesa a numerosi operatori, incluso Satispay, nota società di pagamenti mobile che permette di spostare credito dal conto al salvadanaio, ad esempio dei soldi guadagnati attraverso la sottoscrizione del programma cashback. Al raggiungimento di una certa soglia di denaro accumulato in percentuale effettuando acquisti presso gli shop convenzionati, infatti, questi soldi sono disponibili e prelevabili, con invio diretto al conto della propria carta, salvo se non sono spesi per ulteriori acquisti online via app.

Per mezzo di Satispay si possono inoltre, tra le altre funzionalità analoghe, trasferire soldi ai conti correnti di amici o parenti e questa opzione viene offerta anche da chi possiede una carta ricaricabile Postepay e la relativa app. Il trasferimento di importi bassi in questi casi è pensato per esigenze particolari, come la divisione di un conto tra una comitiva dopo una cena, così da evitare la poco pratica raccolta dei contanti “in loco”. Il tasto P2P è pensato per questa funzione, e si può usare anche per raccogliere soldi per fare un regalo di gruppo, ad esempio. Non manca poi la possibilità di fare ricariche telefoniche direttamente da app, anche in questo caso evitando di recarsi in tabaccheria oppure di digitare i codici delle carte prepagate di ricarica. Ormai la praticità e la velocità, anche nel trasferimento di denaro in via telematica, sono diventati una cosa sola, e sempre più difficile è rinunciarvi.