prelievo bancomat all'estero

Utilizzare le proprie carte di debito all’estero è una comodità per evitare di portare con sé del contante. Quando si hanno soldi liquidi in tasca il rischio di smarrirli, o di essere derubati, è sempre presente. Ma con la carta Bancomat non abbiamo più di questi problemi. In caso di furto o smarrimento, basta bloccarla per proteggere il nostro denaro.

Un altro vantaggio del prelievo Bancomat all’estero è che non dobbiamo far la fila in banca per prenotare e ritirare la valuta di un altro Paese. Ci basta portare con noi la nostra carta e ritirare denaro in un qualsiasi ATM Bancomat. Pagare acquisti, prelevare contante, prenotare servizi, non è più complicato come un tempo.

Con la carta Bancomat possiamo muoverci all’estero nel massimo della semplicità (anche nelle aree con moneta diversa dall’Euro). Per assicurarsi di poter utilizzare la carta Bancomat anche nel Paese di destinazione, è bene chiedere informazioni presso la propria banca o controllare le informative della carta.

Tramite la banca è possibile ricevere delucidazioni anche sulle eventuali commissioni da pagare per un prelievo. Le commissioni cambiano a seconda della banca di riferimento e del Paese di destinazione. Approfondiremo questo ed altro nel corso della lettura.

Prelievo Bancomat all’estero: quando è possibile?

Per capire se possiamo utilizzare la nostra carta di debito anche all’estero dobbiamo pensare a due diversi fattori:

  • Il Paese di destinazione;
  • Il Circuito della carta.

Prima della partenza è utile informarsi se il Paese di destinazione accetta anche il circuito della nostra carta Bancomat. In genere le carte di debito più usate e accettate all’estero viaggiano sui circuiti:

  • Circuiti nazionali Bancomat, PagoBancomat;
  • Circuiti internazionali Visa, Maestro, Mastercard, American Express.

Ci teniamo a ricordare che è consigliabile informarsi anche sui limiti per i prelievi eventualmente applicati dal Paese dove si è diretti.

Come prelevare all’estero con la carta Bancomat

Per prelevare all’estero utilizzando la propria carta di debito Bancomat, basta inserirla nello sportello ATM Bancomat. Esattamente come si farebbe presso un qualunque ATM italiano. Poi bisogna digitare il codice e l’importo di cui si ha bisogno e confermare. Per un prelievo di contanti all’estero non ci sono differenze rispetto ad un comune prelievo in Italia.

Costi aggiuntivi del prelievo all’estero

Prelevare contante all’estero può significare dover sostenere dei costi aggiuntivi. Per quanto riguarda l’area SEPA (Single Euro Payments Area) ovvero quella della zona Euro, i costi dei prelievi sono in genere gli stessi degli sportelli italiani.

Nei Paesi extra SEPA, quelli fuori dall’area Euro, ci sono invece dei costi aggiuntivi che vanno dai 2,5 euro fino ai 5 euro per singolo prelievo. Alla commissione si aggiunge anche una spesa legata al cambio di valuta, che di solito è del 2%.

Ricordiamo che i costi sono indicativi e che possono cambiare da un Paese all’altro e da una banca all’altra. Per conoscere tutti i termini relativi ai costi di prelievo è consigliabile consultare i fogli informativi delle proprie carte o chiedere alla banca. È utile informarsi anche sui massimali di prelievo giornalieri e/o mensili, che possono essere diversi rispetto all’Italia.

I vantaggi dell’uso della carta di debito all’estero

Con la carta di debito Bancomat all’estero si può ritirare denaro contante presso qualsiasi sportello ATM utilizzando il proprio codice PIN. Ed è possibile fare acquisti e pagare servizi presso tutti gli esercizi che fanno parte del circuito e hanno un terminale POS.

Decisamente più comodo rispetto a qualche anno fa, quando si doveva prenotare una valuta estera per tempo se si voleva pagare in contanti in un altro Paese. Oggi basta prelevare denaro presso un ATM o semplicemente usare la carta per acquistare beni e servizi, esattamente come si farebbe in un qualsiasi negozio in Italia.

Nell’area SEPA, in genere, si fanno tranquillamente acquisti come in Italia, ma se il Paese di destinazione è fuori dall’area SEPA consigliamo di informarsi su quali sono i circuiti accettati. Per informazioni rivolgiti alla tua banca di appartenenza oppure leggi le informative della tua carta di debito.

All’estero: carta di debito o di credito?

All’estero conviene più usare la carta di debito Bancomat o la carta di credito? La scelta dipende dal bisogno. Per prelevare del contante è conveniente usare la carta di debito. Il classico Bancomat ha in genere commissioni minori rispetto ad una carta di credito. La carta di credito è comunemente più costosa sia nell’area SEPA che nell’area extra SEPA.

Se però hai bisogno di noleggiare un’auto, prenotare un servizio specifico o un albergo, potrebbe essere conveniente usare una carta di credito. È possibile che in questi casi venga richiesta una garanzia aggiuntiva, che solo la carta di credito può offrire.

All’estero: carta di debito o prepagata?

Le prepagate sono molto apprezzate per gli acquisti online o per i servizi in cui si ha bisogno di una protezione in più. Molte persone le utilizzano anche all’estero, ma non tutti i Paesi le accettano. Prima di partire è bene controllare che, a destinazione, le carte prepagate siano accettate.

La carta di debito Bancomat invece, è accettata in area SEPA e viaggia sulla maggior parte dei circuiti più usati. Anche nell’area extra SEPA la carta di debito è spesso accettata, ma ricordiamo di informarsi correttamente prima della partenza.