carte di credito revolving senza busta paga

Una carta di credito revolving senza busta paga è un tipo di carta di credito che si usa come una normale prepagata. La carta viene attivata dall’istituto bancario del cliente che la richiede e, dopo l’attivazione, può essere usata per le proprie spese. Nella carta possono essere inserite cifre variabili, anche di alcune migliaia di euro.

Il cliente rimborsa la somma con rate mensili o con un unico pagamento. Vediamo ora di approfondire e di capire cosa sono le carte revolving senza busta paga, come si ottengono e in che modo si possono rimborsare le mensilità.

Carta di credito revolving senza busta paga: cos’è

La carta revolving senza busta paga è simile ad una carta di credito, ma che si usa come una prepagata. Il cliente la può richiedere presso il proprio istituto bancario di riferimento, che ha anche il compito di attivarla. Una volta attivata la carta il richiedente può spendere l’intero importo.

Nella carta revolving è possibile caricare alcune migliaia di euro, da usare al bisogno. Il richiedente restituisce la somma in rate mensili o in un’unica soluzione. Se si sceglie la rateizzazione, la banca applicherà degli interessi di tipo variabile.

La carta revolving senza busta paga si usa per sostenere spese impreviste o per fare acquisti, usando un credito preso in prestito dal proprio istituto bancario. La carta può essere ricaricata fino alla data di scadenza e riutilizzata al bisogno. In sintesi una carta revolving senza busta paga funziona in modo molto simile ad un finanziamento bancario.

Carta di credito revolving senza busta paga: come funziona?

Una carta di credito revolving senza busta paga funziona come una normale carta. È possibile affrontare spese e fare acquisti utilizzando la somma di denaro che si è deciso di caricare. La somma richiesta è in prestito dalla banca e, di conseguenza, va rimborsata in un’unica soluzione o a rate.

Nella carta di credito revolving senza busta paga la somma viene precaricata alla richiesta di attivazione e si può utilizzare il denaro come si farebbe con una semplice prepagata. Ma a differenza di una comune prepagata, con la revolving si usa denaro chiesto in prestito alla banca, come avviene con una carta di credito.

Questo significa che, non appena si richiede una carta di credito revolving, si sta attivando un vero e proprio prestito che sarà riportato nella visura CRIF. È bene essere coscienti di questo fatto, perché se non si rispettano le rate e i pagamenti, si rischia una segnalazione.

Come anticipato una carta di credito revolving senza busta paga funziona in modo simile ad un comune finanziamento, ma ha una comodità in più. Puoi usare la revolving per i tuoi acquisti o le spese impreviste, senza destinare il denaro ad un unico scopo.

Carta di credito revolving senza busta paga: come ottenerla

Per la richiesta della carta si possono prendere accordi direttamente con la propria banca e ritirarla allo sportello oppure riceverla a domicilio. Per ottenere una carta revolving non serve avere la busta paga, ma bisogna comunque dimostrare di avere delle garanzie. In più bisogna rispettare dei requisiti.

Ogni istituto di credito o banca ha condizioni diverse per le proprie revolving. Alcuni richiedono l’apertura di un conto corrente, altri richiedono documenti relativi al possesso di immobili o ad una fonte di reddito. In pratica il cliente deve fornire delle garanzie e deve dimostrare di avere un patrimonio immobiliare o dei redditi, altrimenti non otterrà la carta.

Entrate da affitti, assegni o di altro tipo, sono sufficienti per ottenere la carta. Se non si hanno entrate è possibile fornire la garanzia di una terza persona. L’importante è dare certezze alla banca, che deve proteggersi in caso di mancato rimborso.

Nell’eventulità in cui non si abbiano entrate di alcun genere, né immobili, né terze persone disposte a fare da garanti, è molto improbabile che la banca conceda una carta revolving.

Alla richiesta della revolving si possono decidere la cifra da caricare e l’importo delle rate, poi è sufficiente ritirare la propria carta e attivarla. A questo punto la si può utilizzare per i propri acquisti o per le proprie spese.

Tipi di Carta di credito revolving senza busta paga:

I diversi istituti propongono carte con caratteristiche differenti. Alcune sono riservate a chi ha aperto un contro corrente nella banca, altre sono a canone zero, altre ancora si possono richiedere online. Prima di attivare una carta di credito revolving senza busta paga, è bene informarsi presso la propria banca e chiedere tutte le informazioni possibili. Ci sono carte più convenienti di altre, sta a te scegliere quella giusta in base alle tue esigenze.

Carta di credito revolving senza busta paga online

Numerosi istituti bancari consentono di richiedere una carta di credito revolving senza busta paga anche online, ma comunque si devono rispettare dei requisiti e offrire delle garanzie. È possibile che anche il tuo istituto di credito o banca, consenta di richiedere la carta online.

Per ricevere la carta revolving basta seguire le indicazioni riportate sul sito web della banca scelta e fornire tutti i dati e i documenti richiesti. Esattamente come si farebbe ad uno sportello, ma in questo caso non bisogna nemmeno uscire di casa.

Carta di credito revolving senza reddito dimostrabile

È possibile ricevere una carta di credito revolving senza reddito dimostrabile, ma attenzione. È sempre necessario avere almeno delle entrate saltuarie, o essere lavoratori autonomi o titolari di rendite. Nel caso si sia disoccupati o studenti, senza nessun tipo di garanzia possibile, molto probabilmente non si otterrà la carta.

Rimborso rate: come funziona?

Per il rimborso delle rate ci si accorda con la propria banca. L’importo mensile da rimborsare è lo stesso previsto dal contratto. In genere la somma va dai 50 ai 100 euro. È possibile utilizzare la revolving fino alla scadenza, dopodiché si potrà scegliere se saldare il debito o rinnovare la carta.

Alcuni istituti mettono a disposizione delle carte revolving senza scadenza. In questo caso la carta può essere usata fino a quando la banca o il cliente non decidono di retrocedere dal contratto.

Carta di credito revolving: alternative

Ricordiamo che solo chi ha immobili a garanzia o un reddito dimostrabile di qualsiasi genere (anche saltuario) può richiedere una carta revolving senza busta paga. Un disoccupato senza garanzie né garanti, non può averla.

Ci sono delle alternative se non si hanno i requisiti per una revolving, ma si ha bisogno di una carta per acquisti con pagamento tramite POS o online. L’alternativa è una carta prepagata.

Questo tipo di carte possono essere richieste da chiunque e si possono usare sia senza reddito che senza busta paga. In questo caso però, non si richiede un prestito, ma si acquista una carta con il proprio denaro.