conto deposito bambini

Ogni genitore desidera mettere da parte una somma per il futuro dei propri figli. I conti deposito bambini sono una delle opzioni più utilizzate per risparmiare in vista dell’Università, dell’acquisto di una casa, o di altre scelte che i figli potrebbero fare in età adulta.

Un conto deposito bambini è da preferirsi ad un classico conto corrente, perché ha condizioni vantaggiose e costi ridotti. In più aprirlo è piuttosto semplice, e il denaro depositato consente di accumulare anche un piccolo rendimento. Vediamo di capire cosa sono i conti deposito bambini e di parlare delle diverse possibilità che si hanno a disposizione.

Conti deposito per bambini: cosa sono

I conti deposito per bambini e per minorenni sono stati pensanti per consentire ai genitori di risparmiare per il futuro dei propri figli. Le banche offrono diverse opzioni di conti deposito con costi ridotti e condizioni convenienti. In genere sono previste zero spese per l’attivazione e zero costi per la gestione.

I conti deposito bambini inoltre, offrono rendimenti crescenti soprattutto in caso di vincoli a lungo termine. Il genitore non si troverà necessariamente ad avere una cifra bloccata, perché i conti deposito bambini possono essere flessibili. Se si sceglie un Conto libero è possibile prelevare in ogni momento, così si potrà utilizzare il denaro in caso di bisogno.

Nel caso in cui si opti per un Conto vincolato, la somma di denaro sarà disponibile solo a partire dalla scadenza del temine prestabilito. I Conti vincolati offrono interessi maggiori rispetto ai Conti liberi, ma non è possibile disporre del denaro in qualunque momento.

Conti deposito per bambini: come funzionano

I conti deposito per bambini possono essere aperti da entrambi i genitori oppure da uno solo. È possibile richiedere l’apertura presso una banca o presso le Poste Italiane. Al compimento del diciottesimo anno del figlio, è prevista la liquidazione della somma risparmiata con gli interessi maturati.

Spesso, gli istituti bancari, consentono di spostare il denaro direttamente su un conto corrente, in modo tale che il ragazzo, ormai maggiorenne, possa iniziare ad utilizzare un normale conto come fa un adulto.

Molti genitori aprono conti deposito bambini per responsabilizzare i propri figli a risparmiare e insegnarli ad utilizzare il denaro in maniera corretta.

Conti deposito bambini in banca

Tutte le banche permettono di aprire conti deposito per bambini e ragazzi. Per aprire un conto deposito bambini c’è bisogno di alcuni documenti, come la carta di identità, il certificato di residenza e il codice fiscale. Il genitore che apre il conto deposito deve avere un conto corrente che funzionerà da appoggio.

Come anticipato per la maggior parte dei conti deposito sono previste zero spese per l’attivazione e zero costi per la gestione ed è possibile scegliere un Conto libero per prelevare il denaro in ogni momento. Ricordiamo che mantenendo la somma sul conto deposito, si maturano maggiori interessi e si ottengono rendimenti crescenti.

Conto per minori presso Poste Italiane

Oltre alle banche si può aprire un conto deposito per bambini presso Poste Italiane. O meglio è possibile richiedere l’apertura di Libretti per i minori. Il libretto è riservato ai neonati, ai bambini e ai ragazzi da 0 fino a 18 anni d’età. Può essere aperto da uno o entrambi i nonni, da uno o entrambi i genitori, ma anche da un parente o amico di famiglia.

Il libretto delle poste offre un rendimento crescente fino al diciottesimo anno di età e cambia insieme al bambino. La prima fase del conto va da 0 fino a 12 anni d’età. In questa fase il controllo è esclusivo dei genitori e il conto consente di accumulare risparmi. Per la seconda fase, ovvero quella dai 12 ai 14 anni, il minore può effettuare piccoli prelievi.

Dai 14 ai 18 anni il ragazzo può iniziare a diventare autonomo nella gestione del denaro e può utilizzarlo come desidera, ma sempre sotto il controllo dei genitori. I genitori possono monitorare tutti i movimenti effettuati sul libretto ed insegnare al minore a spendere in maniera corretta e a risparmiare.

Con Poste Italiane è possibile collegare il libretto ad una carta con cui si possono effettuare prelievi e versamenti presso qualsiasi sportello postale.

Come scegliere il giusto conto deposito per bambini

Per scegliere il giusto conto deposito per bambini consigliamo di fare attenzione ad alcuni parametri. In primis bisogna controllare i costi di apertura. In genere non ci sono spese per i conti deposito bambini, ma è sempre meglio assicurarsene prima di procedere.

Fai attenzione alle tue esigenze e decidi se per tuoi figlio preferisci un Conto libero o un Conto vincolato. Se sceglierai il Conto libero potrai depositare e prelevare denaro in qualunque momento. Mentre un Conto vincolato consente di prelevare solo allo scadere del termine scelto.

Un Conto vincolato ha in genere interessi più alti, ma se dovessi aver bisogno di ritirare denaro prima dello scadere del termine, potresti dover pagare una penale. Prima di scegliere valuta bene entrambe le opzioni e dai uno sguardo anche ai conti deposito bambini online.

Alcune banche offrono promozioni interessanti se i clienti decidono di aprire il conto deposito dal web. Infine ricorda di calcolare i rendimenti. Scegli la soluzione che ti offre rendimenti maggiori e minori costi.