miglior piano di accumulo

Sono molte le persone che, per investire il proprio denaro e proteggere i propri risparmi, scelgono il Piano di Accumulo, conosciuto anche come PAC. Vediamo ora di ripassare brevemente che cos’è un Piano di Accumulo e di capire qual è il migliore disponibile per i propri investimenti.

Piano di Accumulo: cos’è

Il Piano di Accumulo del capitale è una forma di sottoscrizione di fondi di investimento comuni, questo tipo di investimento si usa spesso per la gestione della finanza personale. I Piani di Accumulo consentono di accedere all’investimento con versamenti periodici di capitale.

In sintesi ogni soggetto aggiunge all’investimento cifre costanti, con scadenze sempre regolari e per un periodo di tempo stabilito in precedenza. Comunemente le emittenti di OICR (Organismi di investimento collettivo del risparmio) definiscono dei limiti per i piani di accumulo, come ad esempio:

  • Il numero di versamenti periodici;
  • L’importo del primo versamento;
  • La frequenza dei versamenti;
  • L’importo minimo di ogni versamento.

In genere è possibile anche sospendere o interrompere il Piano di Accumulo.

Piano di Accumulo: a cosa serve

Il Piano d’accumulo serve per due finalità. La prima riguarda l’accantonamento costante e progressivo di risparmio, che viene generato periodicamente. La seconda è la riduzione del rischio di investimento. Questa dipende dal fatto che, se si effettuano numerosi piccoli investimenti nel tempo, lo si fa con tutte le condizioni di mercato, sia che ci siano condizioni sfavorevoli che favorevoli. Significa che il prezzo medio di carico non porterà a rendimenti elevati né a perdite sostanziose.

Vantaggi del Piano di Accumulo

I vantaggi del Piano di Accumulo sono svariati. In primo luogo si tratta di un tipo di investimento che porta al risparmio. Se ci si prefigge una regola che ci impone a risparmiare mensilmente, si può contribuire al proprio investimento versando una quota mensile sempre compatibile con le proprie possibilità economiche.

In questo modo si risparmia in maniera costante pesando meno sulle proprie finanze. In più, investire scegliendo un Piano di Accumulo, permette di minimizzare i rischi di investimento. Se vuoi investire sul lungo termine con i PAC lo farai in varie fasi e così potrai proteggerti dai rischi relativi alle diverse fasi del ciclo economico.

Il prezzo degli strumenti acquistati, inoltre, tende a stabilizzarsi intorno alla media. In questo modo aumentano le possibilità di crescere nel lungo periodo, sfruttando la tendenza dei mercati. Ad esempio, attualmente, i mercati finanziari sono stati soggetti a contrazione, ma seguirà una ripresa.

Per ottenere dei vantaggi da questa tendenza bisognerebbe imparare ad investire al momento giusto, ma è molto difficile capire quando c’è la massima convenienza. Per questo un investimento graduale e costante può abbassare il rischio di accedere al mercato in un momento errato. Infine, l’ultimo vantaggio del Piano di Accumulo riguarda l’investimento di piccole somme.

Anche se non si hanno grandi capitali a disposizione è possibile investire con i PAC, scegliendo piani flessibili che consentono di versare quote mensili molto ridotte. Se vuoi mettere denaro da parte per il futuro, un PAC potrebbe essere una buona strategia.

Rendimenti del Piano di Accumulo

Investire scegliendo un Piano di Accumulo aiuta a risparmiare e ci permette di disciplinarci per raggiungere i nostri obiettivi finanziari. Pur risparmiando una piccola cifra mensile si possono ottenere benefici importanti nel tempo.

Se ad esempio decidiamo di investire una somma iniziale di 5000 euro e scegliamo di contribuire con 200 euro al mese per 10 anni, con un ipotetico rendimento lordo annuo del 5%, si arriva ad un rendimento finale di ben 36.000 euro.

Ricordiamo che si tratta di una simulazione e che, quando si investe denaro, i rendimenti non sono mai certi. Ma i mercati finanziari dimostrano una tendenza alla crescita e questo ci aiuta a capire che anche il risparmio di piccole somme può apportarci notevoli vantaggi.

Il miglior piano di accumulo

Come trovare il miglior Piano di Accumulo? Per trovare un buon piano di accumulo bisogna valutare i costi e le commissioni. Le commissioni applicate dagli intermediari possono essere nascoste e un risparmiatore non esperto può finire per non notarle. Molte banche, ad esempio, applicano dei costi di transazione per ogni versamento.

Anche se si tratta di somme ridotte, possono pesare in maniera importane sui tuoi investimenti, perché si parla di cifre che devono essere sborsate ripetutamente e per tutti i versamenti effettuati. Prima di scegliere il PAC è bene capire quali e quante siano le commissioni, per non danneggiare i risultati che puoi ottenere dal tuo investimento.

In pratica il miglior Piano di Accumulo è quello che ha costi e commissioni minori e che ti offre vantaggi maggiori. Decidi sempre dopo aver dato un’occhiata a più opzioni e dopo averle valutate attentamente.

Come scegliere un piano di accumulo e quale strategia attuare

Come anticipato per scegliere un Piano di Accumulo bisogna guardarsi intorno, selezionare i più convenienti e optare per quello che ti offre maggiori vantaggi e minori costi e commissioni. Non appena avrai capito qual è l’opzione che ti sembra più adatta alle tue esigenze, puoi pensare alla strategia di investimento che preferisci.

Per capire quale sia la strategia giusta bisogna pensare ai propri obiettivi e definire un modo per raggiungerli. Per arrivare all’obiettivo conviene costituire un’asset allocation con orizzonti temporali ben definiti e con rischi ridotti e il più possibile individuabili.