tempi erogazione cessione del quinto

La cessione del quinto è una formula di prestito che può essere richiesta da pensionati e lavoratori dipendenti. La somma ottenuta viene rimborsata mensilmente, con una rata che ammonta ad un quinto dello stipendio al netto delle ritenute.

Comunemente i tempi di erogazione di un prestito tramite cessione del quinto, sono più brevi rispetto ad altre forme di finanziamento. Vediamo ora di capire quanto bisogna attendere prima di ottenere la cifra richiesta con una cessione del quinto.

Prestito con cessione del quinto: le fasi da seguire

Dato che per ottenere un prestito tramite cessione del quinto non c’è necessità di particolari garanzie, i tempi di rilascio della somma sono più brevi rispetto ad un comune finanziamento bancario. In genere bisogna attendere dalle due alle tre settimane, anche se in alcuni casi si può arrivare a circa un mese.

Come per ogni altro genere di finanziamento anche per la cessione del quinto c’è bisogno di attendere, per legge, i normali tempi di istruttoria. L’iter che precede l’erogazione della somma segue una serie di passaggi, ognuno con le sue tempistiche. Vediamo quali sono:

  • Richiesta di preventivo e contatto con un consulente;
  • Raccolta dei documenti;
  • Scelta della banca o finanziaria e delibera della pratica;
  • Firma del contratto;
  • Emissione della polizza assicurativa obbligatoria;
  • Notifica al datore di lavoro o all’ente che emette la pensione;
  • Ricezione del benestare da parte dell’ente pensionistico o del datore di lavoro;
  • Erogazione della somma richiesta.

Vediamo di approfondire punto per punto e capire quanto tempo bisogna attendere per superare ogni fase.

Prestito con cessione del quinto: tempi di erogazione

La richiesta di preventivo è utile per capire se è possibile ottenere il prestito tramite cessione del quinto. Un consulente specializzato si occuperà di fornire al richiedente tutte le informazioni necessarie. Qualora fosse possibile richiedere il prestito, il consulente potrà iniziare a seguire la pratica. In genere, per questa fase, possono servire alcuni giorni.

I documenti necessari per procedere sono le ultime due buste paga ottenute e il CUD o, in caso di un pensionato, i cedolini della pensione. Bisogna portare con sé anche la carta di identità. Per i lavoratori è richiesta anche la Certificazione Stipendiale, ovvero un documento che viene rilasciato dal datore di lavoro.

Per ottenere la certificazione possono volerci poche ore o alcuni giorni, quindi consigliamo di richiederla prima possibile per accorciare i tempi. Lo stesso accade per la delibera, se non ci sono anomalie viene rilasciata in qualche ora, altrimenti possono passare giorni.

Per la firma del contratto e l’emissione della polizza assicurativa obbligatoria possono volerci solo poche ore, mentre per la notifica al datore di lavoro o ente pensionistico e per la ricezione del benestare, servono diversi giorni. Dopo aver superato tutte le fasi senza intoppi, si può ottenere la somma richiesta.

In caso di anomalie i tempi possono prolungarsi fino a circa un mese altrimenti, per tutti i diversi step, servono dalle due alle tre settimane.

Conclusioni

In conclusione, per accorciare i tempi per l’erogazione di un prestito tramite cessione del quinto, è importante muoversi prima possibile. Se la documentazione è adeguata e non ci sono anomalie nel percorso, si può beneficiare della somma in tempi molto brevi.

Il nostro consiglio è di affidarsi subito ad un consulente esperto, per farsi seguire in tutte le fasi sin dall’inizio del percorso. In questo modo si abbassa il rischio di commettere errori e si riescono a seguire gli step più agevolmente.